Aziende e realtà del mondo Finance sono gli obiettivi primari del cybercrime, soprattutto in Italia. Lo afferma il rapporto “Attacks From All Angles: 2021 Midyear Cybersecurity Report”, secondo il quale il nostro è il quarto paese al mondo più colpito dalle minacce del crimine informatico. Questo significa che, anche in confronto ad altri Paesi più densamente popolati, le aziende italiane sono tra le più bersagliate, dietro solo a quelle di Stati Uniti, Germania e Colombia.

Basti pensare che l’Italia, nella prima metà del 2021, è stata colpita da oltre 28,2 milioni di attacchi malware. Più di 194 milioni, invece, sono gli attacchi avvenuti tramite e-mail, con oltre 28.000 tipi diversi app malevole scaricate e installate su smartphone, con la convinzione che si trattasse di strumenti sicuri. Numeri impressionanti – e in continua crescita – specie rapportati alle finalità che li hanno generati.

Per questo, è necessario tutelare le proprie comunicazioni aziendali e proteggere il proprio business da attacchi cyber, utilizzando solo app di messaggistica sicura progettate per mettere al riparo dati, informazioni e materiale sensibile.

Nel business serve sicurezza, anche nelle chat

Il centro di ogni progetto di cybercrime è l’acquisizione illecita di informazioni. È su queste che un’azienda deve concentrare le tecnologie di protezione, qualunque sia il settore di appartenenza, dal Finance agli Studi Legali, passando per realtà del Manufacturing, della rivendita, del Fashion. Questi attacchi puntano, infatti, al furto di dati sensibili, necessari a dare il via, nella maggior parte dei casi, a:

  • ricatti;
  • sabotaggio;
  • spionaggio industriale;
  • vendita di informazioni sul mercato nero.

Tutte condizioni che rischiano di distruggere il business di un’azienda.

Un’app di messaggistica sicura, in questo senso, è la prima linea di difesa per le aziende, poiché protegge le informazioni mentre transitano verso il destinatario. È uno strumento tecnologico che agisce schermando ogni singolo dato da pericolose attività di spionaggio ed esfiltrazioni, nel suo intero percorso. E, per questo, è essenziale scegliere la più adatta sulla base di parametri tecnologici rigidi e certificati.

Crittografia di alto livello

Quando parliamo di app di messaggistica sicura non parliamo di app come tutte le altre. Facciamo, piuttosto, riferimento a uno strumento che, oggi, viene utilizzato anche per scambiare informazioni sensibili in ambito lavorativo, pratica piuttosto diffusa soprattutto nelle realtà aziendali e del mondo Finance. Altro caso di utilizzo di app di questo tipo: lo scambio di file e foto di progetto. Un asset dal valore enorme, che, in assenza delle giuste protezioni tecnologiche, può essere facilmente sottratto attraverso una delle più comuni tecniche di cyber-attacco disponibili.

È sulla base di queste considerazioni che è stata progettata Crypty, un’app di messaggistica istantanea sicura “by design”, perché integra la sicurezza nel suo cuore tecnologico. Una protezione di altissimo livello, garantita da quella che è considerata la tecnologia più importante in questi casi: la crittografia. Crypty, infatti, sfrutta i migliori protocolli crittografici – cioè quelli basati su X25519, XSalsa20 e Ed25519 – per fare in modo che i dati non possano essere né intercettati, né interpretati, né sottratti.

Tecnologia anti-malware sempre attiva e non scardinabile

La tecnologia anti-malware che è in Crypty non può essere scardinata nemmeno da un trojan. Questo perché Crypty, a differenza di soluzioni come WhatsApp, Telegram e Signal, presenta una funzione che rileva istantaneamente i malware e, in caso di infezione, blocca subito le comunicazioni. Un aspetto particolarmente utile, soprattutto quando parliamo di intrusioni in conversazioni che hanno come oggetto informazioni sensibili, che devono rimanere private.

Crypty si rivela la soluzione tecnologica migliore per aziende e realtà del Finance anche per moltissime altre caratteristiche, che la differenziano da quelle applicazioni di uso comune, prive di una seria gestione della sicurezza. Per esempio, Crypty garantisce il più completo anonimato – cosa che app come WhatsApp, Telegram e Signal non possono offrire – poiché non richiede alcun dato personale in fase di iscrizione e non rileva l’indirizzo IP degli utilizzatori. Nessun dato viene memorizzato per scopi commerciali e non viene richiesto l’accesso alla rubrica contatti.

Sicurezza: un obiettivo comune di app e cliente

Altro elemento che rende Crypty un’app di messaggistica sicura, e particolarmente adatta al mondo del business, è l’utilizzo dei propri server: non fa mai affidamento su soluzioni esterne, controllabili, quindi, da terze parti. Tutta la sua architettura è decentralizzata e questo significa che la gestione di contatti, gruppi e profili utente avviene in ogni dispositivo che adotta il servizio.

Per tutti questi motivi, Crypty è considerata un’app di messaggistica sicura che fa gli interessi solo ed esclusivamente del cliente, senza tecnologie invisibili per l’acquisizione e la monetizzazione dei dati sensibili degli utilizzatori, e, soprattutto, senza mettere a rischio il business aziendale, blindandolo con le migliori tecniche di privacy e sicurezza.

cta-richiedi-una-demo